Week end da ciabattai

Carissimi,

potete tirare un sospiro di sollievo: sono ancora viva.

Ebbene sì, nonostante sia da giorni e giorni che non scrivo non sono scomparsa. Pensavo che avrei scritto una qualche riga qua e la usando il cellulare, ma per finire non avevo nulla da dire e me ne sono anche un po’ dimenticata.

E’ stato davvero un bel week end, su questo non ci piove (su tutto il resto invece ha piovuto parecchio). Potrei raccontarvi per filo e per segno tutte le mie mosse, ma diventerei noiosa dopo poche righe. Inoltre, sono piuttosto stanca e visto che ho intenzione di far fruttare la giornata di domani, non voglio tirarla troppo per le lunghe.

Come al solito il week end è l’occasione per passare tanto tempo col Moroso, e questo non è stato da meno. Anzi, avendo fatto entrambi il ponte, ce la siamo proprio goduta. Dopo un sabato pieno di sole e sudore in quel di Friborgo, ce ne siamo tornati a casa. Ricerca di un monolocale per me, ricerca di un’auto d’occasione per lui. Entrambi senza un grande risultato, almeno per ora. Ma di tempo ce n’è.

Con gli ultimi due film, abbiamo anche finito la maratona (spezzata su più giorni, però) di Harry Potter. Sono contenta di aver trovato qualcuno con questa sottospecie di passione per i film. A dire il vero, quella del Moroso non credo che sia una passione. Più che altro dovrei forse dire di essere felice di aver trovato qualcuno a cui non dispiace sdraiarsi sul letto e spararsi un po’ di film insieme a me. Da veri pigroni ciabattai. Ma a volte ci vuole anche questo, dico bene?

Questa sera invece siamo andati a vedere Hunger Games, che è uscito proprio oggi. Non vedevo l’ora, ero eccitatissima! Proprio come una ragazzina… ma non mi importa. Avevo letto il libro uno o due mesetti fa, in inglese, e mi era davvero piaciuto. Ora ho cominciato da poco il secondo, questa volta in italiano (anche se devo dire che se non fossi in fase di risparmio, tornerei in libreria a comandarlo in inglese). Devo dire che il film mi è davvero piaciuto. Nonostante abbiano tralasciato alcune parti e cambiato alcune dinamiche, sono rimasti molto fedeli al libro. Anche su alcuni piccoli dettagli che credevo avrebbero tralasciato. Credo però che valga davvero la pena di leggere prima il libro, in quanto alcuni passaggi penso che potrebbero essere poco chiari (l’importanza del saluto con le tre dita, per dirne una). Ma, tutto sommato, davvero un bel film a mio modesto parere.

E voi? L’avete visto o avete intenzione di andare a vederlo?