So that’s why you shouldn’t procrastinate

Sono un disastro. Un grande disastro. Vi avevo promesso la mia presenza, invece sono spartita di nuovo. No, ok. In realtà sono sempre rimasta qui, ma trascurando il mio povero blog. Il lavoro scritto di pedagogia mi ha preso molto tempo: ho passato le mie ultime giornate incollata davanti allo schermo del mio fedele MacBook a rileggere articoli, cercare ricerce e informazioni utili, scrivere e riscrivere le stesse frasi mille volte. Insomma, non ne potevo più. Ma… ho finito! Proprio oggi, poco meno di un’ora fa. Non mi sembra vero! A una settimana dalla consegna, sono riuscita a mettere il punto finale nel mio lavoro. E devo dirlo, se invece di panicare mi fossi data più da fare, avrei finito anche prima.

Me lo dico tutte le volte, ma a quanto pare non sono ancora in grado di ascoltare i miei stessi consigli. Basta procrastinare! Purtroppo ho l’impressione che certe cose riesco a farle solo sotto stress. Beh, spero che migliorerò. Forse. Vedremo…

  • Io ci ho fatto tutta l’università con il temutissimo “ridursi agli ultimi giorni” e anche con cose tipo preparare la valigia per un viaggio aspetto sempre l’ultimo momento…è più forte di me, e non so se ci sia un rimedio!! ;-)

    • Quanto ti capisco.. Forse non c’è rimedio, ma la speranza è l’ultima a morire (dicono)..

  • Ogni volta che ti leggo mi stupisco di quanto abbiamo in comune x)

    • Haha davvero? Anche tu grande procrastinatrice? :D