Bagni di sale e buoni propositi

Non è stata una giornata particolarmente producente.

Ho dormito fino a mezzogiorno, nonostante mi sono svegliata alcune volte nell’arco della mattinata a causa del pittore che continuava a cantare a squarciagola. Ieri notte sono rimasta alzata fino alle 2 a leggere Hunger Games. L’ho quasi finito, e devo dire che ne sono fiera. Pensavo che ci avrei messo molto di più, dal momento che lo sto leggendo in inglese. In ogni caso, non vedo l’ora di andare a vederlo al cinema, quando uscirà.

Nel pomeriggio mi sono concessa un bagno di sali. Da piccola ogni volta che facevo un bagnetto trascinavo con me una miriade di giocattoli per creare mille avventure acquatiche. Oggi invece sfrutto il momento di rilassamento nella vasca per guardarmi una nuova puntata del telefilm che sto seguendo al momento. E visto che l’ultima che uscita di Skins l’ho già divorata, e la seconda stagione di Pretty Little Liars è finita, ho cominciato con One Tree Hill. Lo so che adesso sono già all’ennesima stagione, ma non l’avevo mai seguito (a parte qualche puntata qua e la), quindi ho cominciato dal primissimo episodio. Per ora non mi dispiace, anche se magari ben presto mi stuferò. O più probabilmente uscirà una qualche nuova serie alla quale mi appassionerò.

Poi c’è stato anche il tempo per uscire a bere una birretta col Moroso, così almeno ho preso un po’ d’aria.

Domani invece dovrò alzarmi un po’ prima, visto che alle 9.45 ho ergoterapia. Beh, almeno riscirò a sfruttare un po’ di più la giornata. Spero di riuscire presto ad avere di nuovo il controllo della mia mano, almeno quanto basta per riuscire a impugnare la macchina fotografica. Mi manca scattare foto.

E poi sarebbe ora che comincio a studiare un po’ seriamente per la patente. Devo solo riuscire a trovare la voglia, che non c’è mai stata. Ma devo pur ricambiare tutti i passaggi che ho ricevuto ultimamente. Sì, magari domani mi ci metto sul serio. Se non sfrutto il tempo che ho a disposizione ora, quando mai lo farò? E poi, è l’unico buon proposito che mi sono prefissata all’inizio del 2012: entro la fine dell’anno avrò la patente. Altrimenti come farò a portare in giro il Canadese quando verrà a trovarmi l’anno prossimo?